Vai al contenuto

In che modo la musica influenza la sua personalità e il suo umore?

In che modo la musica influenza la sua personalità e il suo umore?

La musica svolge un ruolo essenziale nella vita degli individui di tutto il mondo, per questo molti si chiedono quali aspetti individuali possano influenzare le nostre scelte musicali.

I componenti della vostra playlist, ad esempio, potrebbero rivelare qualcosa sul vostro carattere?

Le persone ascoltano la musica come mezzo per impostare il proprio stato d’animo, incoraggiare l’esercizio fisico e persino trarre ispirazione.

Quanto queste opzioni sono influenzate dalle caratteristiche di fondo?

Studio sul legame tra personalità e gusti musicali

È emerso che la questione è più complessa di quanto non appaia in superficie e diversi studi psicologici hanno sostenuto l’idea che le preferenze musicali siano in realtà legate ai nostri stili cognitivi, ovvero al modo in cui pensiamo e reagiamo al mondo che ci circonda. 

Uno studio mostra un legame tra i generi musicali preferiti e la nostra capacità di empatia, con risultati che dimostrano che i livelli di empatia sono legati alle preferenze anche all’interno dei generi.

L’empatia, come spiegano gli autori dello studio, è “la capacità di identificare, prevedere e rispondere in modo appropriato agli stati mentali degli altri”, e le persone usano l’empatia mentre percepiscono diversi tipi di contenuti musicali, reagendo ad essi sia emotivamente che fisiologicamente.

I ricercatori hanno scoperto che coloro che hanno classificato come tipo E, ovvero coloro che hanno una propensione all’empatia, prediligono la musica più soft che potrebbe rientrare nei generi R&B e soft rock, mentre coloro che preferiscono generi a “dimensione intensa” come l’heavy metal e l’hard rock tendono a mostrare una propensione alla sistematizzazione, o al pensiero basato sulla logica, piuttosto che mostrare empatia.

Lo stesso studio ha anche rilevato un interessante legame tra gli individui di tipo E e la musica con attributi che i ricercatori definiscono “dolci, caldi e sensuali”, nonché la musica deprimente e triste e le canzoni con profondità emotiva, come quelle poetiche o riflessive.

Le persone con personalità di tipo S o di tipo S estremo tendono a gravitare verso tipi di musica ad “alta eccitazione”, come le canzoni che potrebbero essere descritte come “forti, tese ed emozionanti”, nonché le canzoni con profondità e complessità cerebrale.

Che cosa dice la musica che ascoltate della vostra personalità?

Pop

In quanto fan della musica pop, la vostra personalità si distingue da quella degli altri (cosa che accade anche per i fan del metal). Rispetto ai fan del metal, però, vi trovate all’opposto.

Se amate ascoltare le canzoni pop in vetta alle classifiche, siete abbastanza estroversi, ma potreste mancare di creatività.

Se amate il pop, potete anche essere turbolenti o nervosi di tanto in tanto. Ma siamo onesti, chi non lo è? A meno che non siate degli psicopatici a sangue freddo.

Tuttavia, come fan del pop, mantenete un’alta autostima e non avete problemi ad affrontare una giornata di duro lavoro.

Musica country

Non sorprende che gli ascoltatori di musica country tendano a essere individui senza pretese ed empatici. Sono anche lavoratori, estroversi e convenzionali.

Tendono anche a essere più conservatori e a non essere aperti alle esperienze. 

Nonostante le canzoni country che parlano di crepacuore, gli ascoltatori del country tendono a essere individui molto stabili dal punto di vista emotivo.

Metallo pesante

“Amo gli Slayer, i Megadeth e tante coccole” potrebbe non essere così stravagante come sembra.

Secondo lo studioso di psicologia musicale Adrian North, PhD, che ha condotto uno studio triennale correlando le preferenze musicali e i tratti della personalità di oltre 36.000 partecipanti, i fan dell’heavy metal “sono persone piuttosto delicate” che sono “fondamentalmente lo stesso tipo di persona” degli amanti della musica classica, solo più giovani.

Hip Hop

La musica hip-hop è fortemente incentrata su ritmi incalzanti e testi sicuri di sé, il che ci dice molto sulle persone che la ascoltano.

Queste persone sono estroverse e sicure di sé e di solito vedono la musica come un’esperienza sociale, qualcosa che mette in contatto le persone e permette loro di ballare, cantare e sentire la musica insieme.

I fan dell’hip hop tendono anche ad avere un senso dello stile più appariscente, indossando fantasie funky e colori vivaci e investendo in gioielli costosi, come grill d’oro o catene.

In che modo la musica influisce sull’umore?

Tutti possono associare l’esperienza di prestare attenzione a una playlist malinconica e poi non riuscire a sfuggire allo stato d’animo.

Tuttavia, secondo una ricerca, anche il modo in cui vediamo il mondo che ci circonda può essere influenzato dalla musica.

I ricercatori dell’Università di Groningen hanno dimostrato in un esperimento che prestare attenzione a musica triste o felice può non solo mettere gli individui in uno stato d’animo diverso, ma anche cambiare ciò che gli individui osservano.

In una ricerca del 2011, 43 studenti hanno prestato attenzione a canzoni allegre o tristi in sottofondo, mentre dovevano determinare i volti felici e quelli lunghi.

Quando venivano ascoltate canzoni allegre, i partecipanti trovavano un numero maggiore di volti soddisfatti, mentre il contrario era vero per le canzoni tristi.

I ricercatori suggeriscono che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le decisioni affettive sui nostri stimoli sensoriali, nella situazione dell’esperimento le espressioni dei volti, sono direttamente influenzate dalla nostra mentalità.

Ma se la musica può alterare il nostro stato d’animo così come l’assunzione, resta da chiedersi se questo sia un vantaggio.

Un altro studio recente dice che dipende.

Individui con tendenze alla depressione clinica si sono trovati a sentirsi peggio dopo aver ascoltato canzoni tristi.

D’altro canto, coloro che non avevano queste tendenze hanno riferito di sentirsi molto meglio dopo aver ascoltato canzoni deprimenti.

Secondo una precedente ricerca, aiuta a elaborare i sentimenti e favorisce i legami tra gli individui.

Lo studio ha incluso individui con e senza depressione e ha anche rilevato che entrambi i gruppi si sentivano molto meglio dopo aver ascoltato musica piacevole.

Levitin ritiene che “il peso della prova è che la musica può aiutare la depressione clinica”, poiché utilizza le persone come diversivo.

Durante la depressione clinica, tuttavia – e questo è un altro punto, ha aggiunto Levitin – la persona è disimpegnata e potrebbe non voler essere coinvolta dalla musica.