Vai al contenuto

La musica può dare piacere sessuale a una persona? Vediamo!

La musica può dare piacere sessuale a una persona? Vediamo!

Avete mai pensato a come la musica influenzi la nostra sessualità? Ci sono alcune canzoni che mi fanno eccitare, ma non so perché lo fanno.

Ci sono alcuni tipi di musica che stimolano l’eccitazione sessuale?

La musica è migliore del porno, ad esempio delle scopate, per far eccitare qualcuno?

La musica non è buona solo per rilassarsi o per ballare in casa. Alcune canzoni aumentano la libido, migliorano l’umore e riducono lo stress.

In effetti, alcune ricerche suggeriscono che l’ascolto di musica durante i preliminari aumenta il desiderio delle donne.

Ma perché? Scopriamolo insieme!

Perché la musica ci fa eccitare?

Il nostro cervello, molto complesso (oltre che molto figo), è sviluppato per l’elaborazione acustica. Una parte consistente del cervello umano è dedicata all’assunzione e alla comprensione del linguaggio.

Perché? Perché ci vuole una grande capacità mentale per elaborare i rumori e trasformarli in parole comprensibili.

Durante la stimolazione sessuale, non sono solo le aree genitali a essere in linea. I segnali sonori legati al sesso vengono recepiti dalla mente ed elaborati in messaggi sessuali favorevoli.

Questi vengono interpretati come un segnale che indica che siamo eccitati e che dobbiamo arrivare ad eccitarci fisicamente.

Le ricerche rivelano che le aree erotiche abituali come i capezzoli, i piedi e il collo sono sessualmente reattive grazie alla corteccia sensoriale della mente.

Grazie a un’intricata rete di terminazioni nervose, la mente e il corpo inviano messaggi in avanti e indietro attraverso il sistema di trasporto del corpo: il midollo spinale.

Quando si ascoltano canzoni a sfondo sessuale, questo è ciò che avviene: Viene inviato un segnale alla mente che le permette di capire che si sta per iniziare la procedura di eccitazione legata al sesso.

Il cervello segnala questi suoni come una reazione alla stimolazione sessuale. Successivamente invia un segnale equivalente alle aree genitali.

Di conseguenza, l’eccitazione sessuale può avvenire (o aumentare). La “musica erotica” spesso richiede ansimi e gemiti tranquilli che possono attivare il feedback di eccitazione nel pubblico.

Gli studi dimostrano che sperimentare la stimolazione di altri individui di solito aumenta la propria stimolazione”, spiega a TheBody Nazanin Moali, Ph.D., psicologa clinica ed esperta di sesso e relazioni.

I motivi per cui la musica può migliorare le esperienze sessuali

La riproduzione di canzoni mentre si fa l’amore può diminuire l’inibizione. C’è una sensazione spontanea e liberatoria legata all’attenzione per le canzoni.

Questo può portare a sciogliere i freni legati al sesso che possono aver impedito ad alcuni individui di sperimentare livelli più elevati di piacere sessuale.

Forse vi spinge a essere più spontanei e audaci e a provare nuovi punti per migliorare l’esperienza sessuale.

Comprendiamo il risultato che le canzoni possono avere sulle limitazioni. Dopo tutto, è il vero motivo per cui un’intera città ha vietato la musica rock e anche il ballo in “Footloose”.

Non solo la musica può rilassare le inibizioni sessuali, ma è stato anche dimostrato che riduce lo stress e l’ansia, che possono ostacolare l’eccitazione e la soddisfazione sessuale.

L’ascolto di musica durante il sesso può sopprimere l’ansia e distrarre un individuo da idee sfavorevoli, come i problemi relativi all’immagine del proprio corpo o alle proprie prestazioni.

Oltre a disturbare, le canzoni possono aiutare a concentrarsi sul compito da svolgere. Inoltre, quale partner non desidera che il proprio amante si concentri maggiormente su di lui?

La musica è un legame e un maggiore senso di legame con il partner aumenta l’affetto e, di conseguenza, la soddisfazione sessuale.

I ritmi delle canzoni possono motivare i ritmi di movimento. Un buon ritmo musicale può favorire l’efficienza e aumentare l’appagamento.

Questo è particolarmente utile se in passato c’è stato un problema di movimento impacciato.

Le canzoni, da sole, hanno molti effetti sulla nostra salute, oltre a ridurre la tensione. L’ascolto di canzoni può essere un fattore di fiducia in se stessi.

La fiducia a letto favorisce le prestazioni e la realizzazione.

Le canzoni possono iniziare nel modo giusto mettendovi in vena, soprattutto se ci sono problemi di calo della libido.

Anche se, naturalmente, i problemi di calo della libido potrebbero essere la misura di un problema molto più grave che richiede l’intervento di professionisti della salute e che non si risolve certo ascoltando i vostri musicisti preferiti.

Non è solo l’eccitazione fisica che può essere migliorata inserendo la musica nel contesto sessuale.

La musica contribuisce all’aumento dell’eccitazione psicologica, favorendo ancora una volta l’esperienza sessuale.

La musica può far raggiungere l’orgasmo?

Le canzoni adatte possono modificare il nostro stato d’animo, aiutarci ad allenarci più intensamente e aumentare l’efficienza. Tuttavia, alcuni di noi vivono le canzoni in modo un po’ diverso.

Vi è mai capitato di sentire un brivido lungo la schiena o la pelle d’oca dopo aver ascoltato un determinato brano? Alcuni chiamano questa spaventosa azione fisica “orgasmo musicale” e non hanno tutti i torti.

Una ricerca attuale della McGill University ha rivelato che questa reazione fisica e anche l’eccitazione libera è dovuta al rilascio di endorfine e dopamina, nonché all’attivazione del “centro di soddisfazione” del cervello … 3 cose che accadono anche durante il climax sessuale!

È quindi corretto affermare che le canzoni possono davvero indurre il climax nelle persone?

Non esattamente. La reazione fisiologica generalmente riportata non condivide abbastanza le caratteristiche classiche del climax per essere considerata la stessa cosa.

Che rapporto c’è con il fenomeno in rete chiamato Azione Meridiana Sensoriale Autonoma (ASMR)?

Onestamente, gli effetti soddisfacenti dell’ASMR, riportati in modo aneddotico, non sono sufficientemente conosciuti per poter fare una contrapposizione scientificamente significativa.

In “The Neurochemistry of Songs” (La neurochimica delle canzoni), l’autore afferma: “Le canzoni non hanno il chiaro vantaggio di sopravvivenza connesso al cibo o al sesso, né mostrano gli edifici di dipendenza connessi ai farmaci di uso improprio”.

Allora perché gli esseri umani dovrebbero sviluppare un feedback soddisfacente nei suoi confronti? I ricercatori sono ancora incerti, ma potrebbe trattarsi di una semplice reazione al riconoscimento di un modello o a cambiamenti inaspettati in un modello percepito.

Cosa ne pensate? Avete mai avuto un’azione psicologica o fisica inaspettata nel prestare attenzione alla musica? Vi invitiamo a condividere le vostre esperienze nei commenti qui sotto.